“Le Cose Che Non Sai” è un piccolo gesto.

 

 

Grazie a tutti i famigliari e gli amici che ci sono stati vicini per come hanno potuto e a chi ha reso possibile la creazione di questo progetto. 

 

 

In ordine alfabetico grazie a:

 

  • Alessandro, per essere stata una presenza forte ma delicata

  • Andrea Bianco, per la disponibilità e l’aiuto concreto

  • Batuffolo, il felino di casa, per la sua compagnia silenziosa

  • Daniele, per aver scritto così delicatamente la storia di nostro padre in musica

  • Emma, per l’ispirazione creativa

  • Fabio Orlandi, per il supporto in un momento difficilissimo 

  • Federica, per il sostegno grafico e morale

  • Gabriele Pinsoglio, per aver fatto da personal trainer anche quando non ce n’era bisogno

  • Katia, per l'amicizia e e perché senza di te questo progetto non saprebbe andare avanti

  • Maria Luisa Toso, assistente sociale con grandissima umanità

  • Marco Annicchiarico, per averci strappato una risata con le sue storie di ordinario Alzheimer

  • Matteo De Simone, per l'aiuto con i testi che non tornavano

  • Ospedale Fate Bene Fratelli, e in particolare Marco Cecchettani, per averci dato accoglienza e conforto

  • Raffaella Lo Calzo per la pazienza con cui ha insegnato a Giovanni ad usare i pennelli

  • Vlad, per l'aiuto con le immagini

  • Zia Giulia, per la tenerezza con cui ci ha accompagnato.

  • Zia Ninni e Zio Tony per aver risposto alle telefonate a tutte le ore.

 

  

Grazie a Margherita, nostra madre, per essere il pilastro attorno a cui tutto ruota.

Grazie a Giovanni, nostro padre, perché ci ha fatto ridere anche quando ci faceva disperare.